Sagrada Familia

I l Temple Expiatori de la Sagrada Família (Tempio Espiatorio della Sacra Famiglia), o più semplicemente Sagrada Família, è uno dei principali simboli di Barcellona, il capolavoro dell'architetto Antoni Gaudí. I lavori cominciati nel 1882 sotto il regno di Alfonso XII di Spagna sono tuttora in svolgimento.

L'edificio fu iniziato in stile neogotico, ma quando Gaudí subentrò come progettista dell'opera, la ridisegnò completamente. Gaudì lavorò assiduamente al progetto per 40 anni, compresi gli ultimi 15 della sua vita. Resosi conto che la costruzione della chiesa avrebbe comportato decenni, se non secoli, dopo la sua morte, piuttosto che esaurire le risorse impostando tutto il gigantesco perimetro, l’architetto catalano preferì completare alcune sezioni dell’edificio in altezza. Dopo la sua morte nel 1926 i lavori continuarono per poco tempo, interrotti dallo scoppio della Guerra Civile Spagnola; ripresero poi saltuariamente nel 1952 sotto la guida di un altro architetto, che cambiò il progetto originale, andato perso a causa di un bombardamento durante la guerra civile.

Oggi la Sagrada Familia è formata da due facciate (Natività e Crocifissione), dai fianchi, parte dell’abside e del transetto sinistro, mentre le manca completamente il tetto. Il progetto originale prevede tre facciate, dedicate rispettivamente alla Nascita, Crocifissione e Resurrezione di Gesù, sette navate e diciotto torri che dovevano rappresentare in ordine ascendente di altezza i 12 apostoli, i 4 evangelisti, la Madonna e, la più alta di tutte, Gesù. Le torri degli evangelisti saranno sormontate da sculture dei loro simboli tradizionali: un uomo, un toro, un aquila e un leone. La torre centrale del Cristo sarà sormontata da una croce gigante. Le torri più basse sono sormontate da grappoli d’uva, che rappresentano il frutto spirituale. Delle facciate, l’unica terminata da Gaudì è quella della Natività, decorata da gruppi scultorei raffiguranti la nascita di Gesù e da centinaia di elementi naturalistici. La facciata della Crocifissione, iniziata nel 1978 e inaugurata nel 2002, è stata realizzata dall’architetto Subirachs, che ha saputo sintetizzare le proprie idee e quelle di Gaudì, adottando, però, uno stile più moderno e meno imponente. Essa colpisce soprattutto per i suoi personaggi compresa la figura del Cristo percosso sul crocifisso.

Attualmente sono in costruzione le navate centrali, caratterizzate da colonne che ricordano enormi alberi e un soffitto che sembra formato da giganteschi girasoli, e il transetto, compreso il coro e il rosone che gli darà luce. Completate queste parti, si procederà alla costruzione della cupola centrale. Attualmente è in uso la modellazione al computer, che permette, per esempio nel caso dei pilastri interni della chiesa, di realizzare pezzi identici tra loro, come furono concepiti da Gaudì.

I temi di tutta la decorazione comprendono parole della liturgia. Le torri sono decorate con parole come “Hosanna”, “Excelsis”, e “Sanctus”; la grande porta della facciata della Passione riproduce parole della Bibbia in svariati linguaggi, compreso il Catalano; e la facciata della Gloria è previsto che sarà decorata con parole tratte dal credo degli apostoli.

Nella cripta della basilica, infine, è sepolto il suo genio, la cui tomba è visibile dal museo.

Barcellona, BarcelonaSpagnaEuropadivertimentovacanzecittàtutti

Ti potrebe anche interessare

Ischia

uniViaggi

Ischia, la maggiore delle isole Flegree, si trova nel golfo di Napoli, abitata fin dall’antichità fu centro commerciale e manifatturiero sotto Roma, con la decadenza dell’impero fu soggetta a...

Il lago Braies

uniViaggi

Situato in Val di Braies a 1496 metri d’altezza, nel comune di Braies da cui prende il nome, il piccolo lago di Braies giace ai piedi dell'imponente parete rocciosa della...

Hundertwasser

uniViaggi

Hundertwasser è una zona, nel quartiere di Landstraße ad est del centro di Vienna, costruita dall'architetto ed artista Friedensreich Hundertwasser. L'artista, a metà degli anni ’80, ha realizzato 50...