La Féria di Pentecoste

S ituata nella Provenza (Francia) Nîmes fu chiamata la Roma francese, grazie alla presenza di prestigiosi monumenti romani come l'Anfiteatro, la Maison Carrée, la Tour Magne, la Porta d'Arles, i resti del Tempio di Diana e nelle sue vicinanze del Ponte del Gard, che la resero una delle più importanti e fiorenti città delle Gallie al tempo dell’Impero romano.

Nîmes è anche conosciuta per l'importanza dei suoi musei, per la vivace vita culturale e sociale e per il fascino che gli deriva da una doppia eredità regionale, Provenza e Linguadoca, che tanta importanza hanno avuto nella sua storia.

Ogni anni, a fine maggio, Nîmes organizza la tradizionale Féria di Pentecoste. Nel programma di questa grande festa popolare si trovano concerti, corride, bodega (chioschi installati per l’occasione lungo le strade) e un’atmosfera festante particolarmente intensa.  Mentre l’arena vibra al suono delle voci dei toreri e degli applausi del pubblico, le vie della città romana battono i record di frequentazione. Dall’ora dell’aperitivo fino a tarda notte una marea umana si riversa nel centro città e prende d’assalto le “bodega”. Secondo la tradizione, i festeggiamenti hanno inizio con la “pégoulade”, processione notturna di carri luminosi e musicisti che avanzano fra le vie della città fino all’arena. Dei concerti costellano la serata e accompagnano chi fa festa fino all’alba. Le corride occupano una posizione centrale nella Féria.
L’arena di Nîmes (Les Arènes),  imponente anfiteatro romano perfettamente conservato, è il teatro principale delle féria, ed accoglie numerose rappresentazioni di tauromachia; in estate l’arena vibra al ritmo dei concerti che si tengono all’interno della sua cerchia. In epoca romana l’arena era già teatro di vari spettacoli organizzati per lo svago degli abitanti della città e dei suoi dintorni.
Chi non riesce a partecipare a questa grande festa popolare non ha però di che rattristarsi: Nîmes organizza un’altra serie di eventi simili ogni anno in settembre con la Féria della Vendemmia.


Altri monumenti sono:

la Cattedrale di Notre-Dame-et-Saint-Castor.

Maison Carrée: tempio romano di epoca imperiale (I secolo).

Jardin de la fontaine: meraviglioso parco ricco di corsi d’acqua adornati di statue dove spicca il Temple de Diane. Con una passeggiata di 10m minuti si sale al giardino terrazzato e alla Tour Magne che con 140 gradini vi mostrerà una splendida vista sulla città.

La Tour Magne, principale torre della cinta fortificata di epoca romana, posta sulla collina che domina Nîmes, è alta 32 metri (pur avendo perso il terzo livello).

Musée de Beaux Arts: qui è esposto un magnifico mosaico romano.

Musée d’Archeologie: una ricca collezione di mosaici, colonne e sculture del periodo romano.

Nîmes, NimesFranciaEuroparelaxvacanzeborgotutti

Ti potrebe anche interessare

Gli Uffizi

uniViaggi

La costruzione della Galleria degli Uffizi fu iniziata da Giorgio Vasari nel 1560, al quale furono affidati, dal duca Cosimo I de' Medici, i lavori di realizzazione di un...

Barberino Val d'Elsa

uniViaggi

Il borgo medievale di Barberino Val d'Elsa è immerso nelle verdi colline tra Firenze e Siena. Situato lungo l'antica via Cassia che collega Roma a Firenze, offre un panorama notevole...

Le colline del Chianti

uniViaggi

La zona collinare del Chianti è compresa tra fra le province di Firenze, Siena e Arezzo. Considerata da sempre il “cuore della Toscana” il Chianti è un continuo alternarsi di...