Huaine

O asi di rara bellezza, l’isola di Huahine (Polinesia Francese) è circondata dalla barriera corallina che abbraccia una meravigliosa laguna da cui affiorano numerosi 'motu' (lingue di sabbia) con spiagge bianchissime. Huahine in realtà è composta due isole molto ravvicinate: Huahine Nui ("Grande Huahine") a nord e Huahine Iti ("Piccola Huahine") a sud. Le due isole sono però considerate tradizionalmente come una sola, in quanto separate da uno strettissimo braccio di mare (baia Maroe) di poche decine di metri di larghezza: addirittura nella parte orientale, durante la bassa marea, l'acqua si ritira, lasciando una striscia di sabbia a unire Huahine Nui e Huahine Iti. Nello stesso punto le due isole sono oggi collegate permanentemente da un ponte.

Secondo una leggenda locale, le due isole furono separate dalla piroga del dio Hiro, che cercava riparo da una tempesta.

Nell'isola settentrionale si trova un lago di acqua salmastra, chiamato Fauna Nui (o Maeva). Nella stessa Huahine Nui si trova la vetta più alta di Huahine, il monte Turi (669 metri). L'isola meridionale ospita invece un piccolo vulcano, il Pohue Rahi, alto 460 metri.

Una strada percorre per intero il perimetro dell’isola attraversando villaggi e piantagioni di banani papaie e mango dove è possibile ancora scorgere le tradizioni della vita polinesiana di un tempo. A Huahine, si respira un atmosfera magica, numerosi sono i siti archeologici (marae – luogo sacro che consiste in una spianata rettangolare circondata da pietre o blocchi di legno, con una pietra centrale detta ahu o a’u) che fanno risalire fino a epoche remote la presenza dell’uomo sull’isola. Gli archeologi stimano che l'antico popolo tahitiano dei Ma'hoi abbia colonizzato Huahine almeno dal IX secolo d.C.

L'isola è ricoperta da una lussureggiante vegetazione, composta in buona parte da palme da cocco. Ospita inoltre due importanti giardini botanici: l'Ariiura Garden Paradise (ospitante le tradizionali piante medicinali della Polinesia), e l'Eden Parc (ove sono coltivati alberi da frutto provenienti dal resto del mondo). La fauna è particolarmente ricca di pesci e uccelli. Tra questi ultimi figurava una specie estintasi da secoli, lo storno di Huahine (Aplonis diluvialis), i cui fossili rinvenuti sull'isola ne datano la scomparsa a circa 7 secoli fa (per quanto il naturalista tedesco Georg Forster abbia, nel XVIII secolo, raffigurato un uccello nell'isola di Raiatea molto simile all'animale in questione).

Gli europei giunsero per la prima volta sull'isola nel 1769 con James Cook, che ribattezzò l'isola (chiamata all'epoca dai nativi Matairea) "Hermosa" (in spagnolo "bella"). Gli abitanti, tuttavia, non si rassegnarono mai all'idea di venire colonizzati e nel 1847 l'isola si proclamò Stato indipendente con il nome di Regno di Huahine. Solo nel 1895 i francesi riuscirono ad imporsi, deponendo l'ultima regina Te-ha'apapa III.

HuahinePolinesiaOceaniarelaxvacanzemarecoppiegaygiovani

Ti potrebe anche interessare

Campo Imperatore

uniViaggi

Campo Imperatore è la prima stazione sciistica nata sugli Appennini, sorge ai margini del celebre altopiano omonimo dominato dalle vette del Gran Sasso. Zona tra le più fredde d'Italia. In...

Hugo Cabret

uniViaggi

Per Hugo Cabret ho preso spunto dalla Torre dell'orologio di Macerata;  mi ricorderò sempre quando salivo in cima insieme al figlio del custode, i miei sogni sono...

Tarvisio

uniViaggi

Tarvisio, contornata dalle Alpi Giulie e ricca di ampie vallate e boschi, ha un aspetto moderno ma anche un'anima antica, piena di tradizioni tutte da scoprire; è dei più...