Le Isole Eolie

L e Eolie sono il luogo ideale per tutti, non solo per chi ama il mare ed il sole, ma anche per chi ama il divertimento e il relax. Le sette isole che compongono l’arcipelago delle Eolie (Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano) sono tutte di origine vulcanica in alcune delle quali è ancora presente una discreta attività vulcanica.

Alicudi, la più occidentale dell'arcipelago, presenta un mare incontaminato e cristallino, dominata dal monte Filo dell'Arpa, un vulcano ormai spento, è  abitata solo sul versante meridionale, il territorio è caratterizzato stretti appezzamenti di terreno sostenuti da antichi muri a secco. Le abitazioni sono raggruppate in alcune contrade, raggiungibili attraverso le caratteristiche mulattiere a gradoni di pietra. Il suo territorio difficile ma proprio per questo meraviglioso: il sole intenso, il bianco delle case ed i mille colori della natura incontaminata la rendono un’oasi naturale quasi per niente intaccata dalla presenza umana. I tetti delle case sono piani perché servivano a raccogliere l’acqua piovana da convogliare nelle cisterne. Oggi l’acqua viene portata dalle navi. Non esistono strade ma solo una stradella di collegamento tra il porto e la pista dell’eliporto. Il mare la fa da padrone, si presenta cristallino, limpido, azzurro ed incontaminato. Le spiagge, sono insenature di ciottoli e massi, concentrate nelle vicinanze del centro abitato, presentano fondali che digradano velocemente e sono per lo più raggiungibili con imbarcazioni.

Filicudi, è dominata dal monte Fossa Felci, un vulcano spento, è costituita da piccoli centri (Filicudi Porto, Valdichiesa, Pecorini, Pecorini a mare, Canale e Rocca di Ciavoli) collegati tra loro dall'unica strada asfaltata dell'isola e da una fitta trama di mulattiere. Sull’isola sono presenti importanti rovine del villaggio neolitico sul promontorio di capo Graziano. Le sue spiagge sono per lo più di ciottoli e scogli, presentano un mare azzurro, limpido e subito profondo, sono preferibilmente raggiungibili via mare. Le più note sono: spiaggia Pecorini, Capo Graziano e Grotta del Bue Marino (è una grotta larga circa 30 metri, che deve il suo nome alle foche monache che un tempo la abitavano).

Lipari è la più grande isola di tutto l'arcipelago, modellata da dodici vulcani, la sua natura vulcanica è evidente nella Valle Muria, dalle rocce rosse, e nella costa nord-orientale, coperta da una vasta colata di pomice. Montuosa e con le coste frastagliate, ha il suo centro cittadino ai piedi dell'imponente rocca del Castello, l'unica acropoli greca. Lungo la costa sono presenti profonde grotte, splendide spiagge, ampie baie e diverse rupi. Tra le sue spiagge, spiaggia Bianca, è considerata la più bella, prende il suo nome dal fondale marino di color bianco per via dei sedimenti di pomice che si sono depositati in mare nel corso degli anni; la sua sabbia è scura, il mare è turchese e caldo ed adatto anche ai più piccoli, sono presenti degli stabilimenti e suggestivi sono i caratteristici pontili che si allungano nel mare. Altre spiagge sono: Canneto di ghiaia mista a sabbia scura, con mare turchese e limpido, attrezzata con diversi stabilimenti. Porticello di sabbia, ghiaia e ciottoli misti a pomice, il mare è trasparente e limpido ed è attrezzata. Acquacalda completamente selvaggia ed incontaminata, è caratterizzata da un lungo litorale stretto e ghiaioso, che presenta un pontile in ferro bagnato da un mare limpido e blu; è attrezzata. Lipari è anche famosa per la sua vita notturna per i suoi bar ed i suoi ristoranti. Molti sono gli stabilimenti in cui la sera si può sorseggiare un aperitivo ammirando il tramonto oppure danzare fino all’alba. Sotto i bastioni del Castello di Lipari sorge la discoteca Turmalin, in un incantevole scenario, dove mare e cielo sembrano un tutt'uno. In località Canneto, incastonato nella baia di Unci, si trova il Sealight.

Panarea è la più piccola e la più antica isola dell’arcipelago, e con gli isolotti di Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca, Dattilo, Bottaro, Lisca Nera e gli scogli dei Panarelli e delle Formiche, costituisce un microarcipelago fra Lipari e l'isola di Stromboli. In alcune delle sue spiagge è ancora possibile osservare fenomeni di natura vulcanica sotto forma di fumarole (spiaggia Calacara). Panarea presenta molte piccole baie e cale ed è preferibile raggiungerle via mare. Cala Zimmari è l’unica spiaggia sabbiosa dell’isola, caratteristica è la sua sabbia di color rosso, il suo mare trasparente ed azzurro è molto limpido. Panarea è rinomata per la sua vita notturna e i tanti vip che la frequentano. Fra i suoi locali vi suggeriamo di prendere un aperitivo al tramonto al Bridge Sushi Bar (terrazza con vista mozzafiato sul mare). La discoteca Raya, attrae le persone non solo di Panarea ma anche quelle delle isole vicine, grazie alle sue tre terrazze panoramiche in cui ballare sino alle prime luci del mattino.

Salina è l’isola più fertile dell’arcipelago, dalle sue uve si ricava la Malvasia delle Lipari e i suoi capperi sono esportati in tutto il mondo. Salina offre una vita notturna discreta, non caotica, fatta di ristorantini e locali. E’ perfetta per le coppie e le famiglie, con le sue bellezze naturali, l’atmosfera tranquilla ma vivace e le molte occasioni di gustare la cucina tipica eoliana. La spiaggia più famosa, non solo dell’isola, ma di tutto l’arcipelago è quella Pollara caratterizzata da un litorale di sassi e ghiaia scuri (origine vulcanica) e delimitata alle spalle da una suggestiva parete di tufo a strapiombo sul mare, fu resa celebre dal film “il Postino” di Troisi; le sue acque sono azzurre, limpide e trasparenti, si raggiunge facilmente via mare, mentre via terra è piuttosto impegnativo. Atre spiagge in cui fare bagno è l’ideale sono: Scario e Santa Marina.

Stromboli è un vulcano attivo, con il suo mare blu e le spiagge nere, è meta per coloro che cercano tranquillità. Dall’Osservatorio si può ammirare la Sciara del Fuoco, famosa per le sue magnifiche colate laviche, soprattutto la notte sono uno spettacolo emozionante. Si può visitare interamente solo dal mare: Strombolicchio uno scoglio su cui sorge un faro da cui è possibile ammirare Stromboli; Ginostra un piccolo villaggio a strapiombo sul mare; le spiagge di: Ficogrande, Forgia Vecchia, Lazzaro, Lena, Piscità e Scari.

Vulcano è un’isola per chi ama il relax, non adatta ai giovani che cercano movida o divertimenti, il punto di incontro per gli aperitivi è la spiaggia delle sabbie nere, dove si possono ammirare i tramonti più belli di tutto il Mediterraneo. Le sue calette sono per lo più raggiungibili in barca. Le spiagge più famose sono: Spiagge Nere con sabbia nera tipicamente vulcanica, con un litorale lungo ed attrezzato, il mare limpido e azzurro; Punta dell’Asino di sabbia scura attrezzata con lettini ed ombrelloni ed il mare azzurro; Piscina di Venere è circondata da rocce in cui le acque assumono diversi tonalità di colori azzurro, blu e turchese. L’isola è famosa anche per le sue acque termali e per i suoi fanghi.

Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli, VulcanoItaliaEuropadivertimentorelaxvacanzemaretutti

Ti potrebe anche interessare

La città bianca

uniViaggi

Conosciuta come la “città bianca”, per via del suo caratteristico centro storico quasi interamente dipinto di  bianco,  Ostuni è un piccolo centro della Puglia in provincia di Brindisi, nell’Alto...

Tra deserto e oceano

uniViaggi

Situato sulla costa peruviana lì dove il deserto abbraccia l’oceano, si trova la Riserva Nazionale di Paracas.  Lo scenario che si presenta agli occhi dei visitatori è quello di ...

Una passeggita a Trastevere

uniViaggi

Chiunque soggiorna a Roma, non può non fare una passeggiata nel rione (R. XIII) di Trastevere (dal latino trans Tiberim – al di là del Tevere). Trastevere è ricco...