Cisternino

C isternino, piccolo borgo medievale in provincia di Brindisi, si affaccia sulla valle d’Itria non lontano dal mare. Le casette bianche al centro del paese, i trulli e gli ulivi sono la rappresentazione tipica di questa zona della Puglia.Il nome deriverebbe da "Cis-Sturninum", al di qua di Sturni, antico centro japigio nei pressi di Ostuni che aveva preso la denominazione da Sturno, compagno dell'eroe omerico Diomede, scampati alla guerra di Troia.
Il centro storico è un capolavoro di “architettura spontanea” dove si trovano palazzi storici: il palazzo del Governatore, il palazzo Vescovile, il palazzo Amati, il palazzo Lagravinese, il palazzo Devitofranceschi e la torre Capece. La Torre di Porta Grande o Normanno-Sveva (epoca medievale, alta 17 metri) costituiva l'ingresso principale della citt ; in alto sulla sua sommit vi è una piccola statua di San Nicola di Bari.
La Chiesa madre di San Nicola (XIV secolo) edificata su di un'antica chiesa paleocristiana dei monaci basiliani, presenta al suo interno due opere in pietra viva del XVI secolo, di notevole valore, firmate dallo scultore "Stephanus Abulie Poteniani" (Stefano da Putignano): una Madonna con Bambino, nota come la "Madonna del Cardellino" e un piccolo tabernacolo.Il Santuario della Madonna d'Ibernia (Madonna de Bernis), si trova a 3 chilometri dal centro abitato, a cui è legata una leggenda: sarebbe stata proprio la Vergine con una apparizione ad indicare il luogo esatto dove sarebbe sorto il santuario a lei dedicato. Il terreno attorno è ricco di ceramiche e reperti risalenti ad epoca romana e medievale. Fu ritrovato anche un capitello bizantino ed alcune tombe e questo fa supporre che il santuario sorga sulle rovine di un centro abitato, ruotante attorno ad una chiesa paleocristiana.
Tra i piatti tipici gastronomici: friselle; orecchiette; cartellate; bombette; gnummareddi; purè di fava. Una delle caratteristiche di Cisternino è la possibilit di acquistare carne in una delle tante macellerie del centro storico e fatta cuocere nei locali spesso adiacenti alle macellerie stesse e consumata nei tavoli sistemati, nel periodo estivo, all’aperto.

ItaliaEuropatutti

Ti potrebe anche interessare

Bormio e l'Alta Valtellina

uniViaggi

Livigno, Bormio, Santa Caterina Valfurva, Valdidentro, bastano pochi nomi per intuire che questa zona rappresenta l’area turistica più nota e frequentata della Valtellina. Nomi noti a livello internazionale che offrono...

Sci di fondo tra le Dolomiti

Redazione

Dobbiaco, in val Pusteria, è in posizione strategica, situata sull'incrocio tra le più importanti vie di comunicazione che portano da Venezia fino alla Baviera e dalla Valle dell'Adige alla Valle...

Napoli sotterranea

uniViaggi

Nelle di profondità delle vie del centro storico di Napoli, si trova un mondo, ancora non del tutto esplorato,  isolato nella sua quiete millenaria, il vero cuore di Napoli,...