Vigevano

I mmerso nel Parco naturale lombardo della Valle del Ticino, in provincia di Pavia, si trova Vigevano.
Vigevano possiede una delle più affascinanti piazze d’Italia, piazza Ducale, realizzata tra il 1492 e il 1494 da Ludovico il Moro come anticamera del castello, è edificata su tre lati con edifici omogenei con facciata e portici uniformi, il quarto lato è occupato dalla Cattedrale di Sant’Ambrogio. La sua pavimentazione a ciottoli e lastre di serizzo fu realizzata a metà dell’Ottocento quando fu sostituita anche la pavimentazione dei portici in origine costituita da mattoni a spina di pesce.

La storia del Castello, divenuto in seguito residenza ducale, ha inizio nel 1341, quando Vigevano era governata da Luchino Visconti, il quale fece erigere a cavallo delle antiche mura di età comunale una prima struttura fortificata a pianta quadrata, detta “Rocca Vecchia”. Successivamente Luchino decise di far costruire un nuovo edificio, il Maschio, che si presentava come una struttura a pianta quadrata e torri quadrate agli angoli. Per collegare le due strutture, fece infine costruire una maestosa strada coperta sopraelevata, che con i suoi 163 metri di lunghezza e 7 metri di larghezza attraversava una parte intera della città. L’ avvento al potere degli Sforza portò a una nuova fase di sviluppo del castello. Attorno al Maschio vennero costruiti nuovi edifici adibiti a scuderie dalla aspetto imponente e maestoso, mentre nella parte posteriore del maschio fu costruita una nuova ed elegante ala residenziale, detta “Loggia delle dame”. Con la successiva dominazione spagnola prima e austriaca poi, il castello conobbe un lungo periodo di declino e abbandono, durante il quale venne impropriamente adibito a caserma. All’interno del cortile del Castello sorge la Torre del Bramante, edificata a più riprese, a partire dal 1198 sino alla fine del XVII secolo. Con la sua caratteristica sagoma, a corpi scalari, offre dalle sue merlature una completa panoramica sulla piazza, sulle vie che da qui si sviluppano, sul castello, e sull' intera città. Nelle giornate di cielo sereno la torre permette infine al visitatore di ammirare le sagome delle montagne che costituiscono l’arco alpino, tra cui è possibile scorgere nitidamente quella del Monte Rosa.

La principale chiesa della città è la Cattedrale o Duomo di Vigevano, dedicato al patrono Sant’Ambrogio, iniziata ad essere edificata sotto Francesco II Sforza nel 1532 fu consacrata nel 1612. La sua facciata concava fu realizzata in stile barocco rendendo simmetrico il duomo rispetto a piazza Ducale. Al suo interno la seconda cappella della navata sinistra, dedicata ai santi Giacomo e Cristoforo, oltre ad un pregevole altare seicentesco ospita il Polittico Biffignandi', di Bernardo Ferrari, mentre nelle altre cappelle laterali si conservano interessanti dipinti del '500 lombardo.
Altre 2 chiese vale la pena visitare: Chiesa di San Pietro Martire e la Chiesa di San Francesco.
La Chiesa di San Pietro Martire edificata nel 1445 e dedicata proprio a San Pietro Martire con l'annesso convento dei frati domenicani è in stile gotico lombardo con campanile a base ottagonale, si presenta a croce latina imperfetta con pilastri polistili, terminante con coro poligonale alto con sottostante cripta il cui accesso è dato da due ingressi ai lati del presbiterio rialzato.
La Chiesa di San Francesco di tipico stile gotico francescano, invece, fu edificata fuori dalle mura cittadine nel 1379, un anno dopo la costruzione del convento dei Frati Minori.

Situato a ovest del centro storico, alla fine del corso della Repubblica sorge Palazzo Sanseverino, costruito nel 1492, subì diverse trasformazioni nel corso dei secoli, da fortezza fino al palazzo attuale.
Vigevano ha raggiunto il suo massimo splendore durante il periodo dei Visconti e degli Sforza tra il XIV e il XV secolo, successivamente durante il periodo dell’industrializzazione nel periodo tra il 1950 e il 60 quando divenne polo calzaturiero di fama internazionale.

Potrete degustare i tipici sapori della cucina locale tra cui spiccano insaccati, formaggi, piatti a base di riso di qualsiasi tipo e l’oca.

VigevanoItaliaEuropa

Ti potrebe anche interessare

La Città Alta

uniViaggi

La Città Alta, così viene chiamato il centro storico di Bergamo cinto da mura, è la parte più elevata della città. Assomiglia più ad un borgo toscano piuttosto che una...

Montparnasse

uniViaggi

Sulla riva sinistra della Senna ( Rive Gauche ) si colloca Montparnasse il cui nome fu dato da alcuni studenti della Sorbona, che nel XVII secolo andavano a declamare dei...

Bologna

uniViaggi

Si potrebbe visitare Bologna anche solo semplicemente camminando lungo i circa 40 chilometri di portici del suo centro storico, da quelli eleganti della Chiesa dei Servi a quelli dipinti di...