Ugento

N el basso Salento nella costa del mar Ionio, nella provincia di Lecce, sorge Ugento: riconosciuta sia come città d’arte che località turistica per le sue bellezze architettoniche, archeologiche ed ambientali. La sua costa prevalentemente bassa e sabbiosa con rocce solo in brevi tratti, con numerosi bacini artificiali, il tutto contornato da boschi di macchia mediterranea che si estendono fino all’entroterra, dove lasciano spazio a un paesaggio tipicamente agreste, caratterizzato da uliveti e vigne su bassi colli di rocce e terra rossa.

Ugento ha diverse belle spiagge:
la spiaggia di Fontanelle di Ugento, è tra le più note della zona, con la sua sabbia dorata, vicino ad una grande pineta che permette la sosta a chi si vuole riparare dal sole e per gli amanti del campeggio. Ha un litorale molto lungo e ampio ed il mare azzurro e turchese, ha fondali sabbiosi e trasparenti che digradano lentamente, adatto quindi per chi ama nuotare e per il bagno dei più piccoli. Vi sono strutture dotate di ogni servizio mentre diversi tour operator hanno costruito villaggi turistici che in nessun modo ne intaccano la bellezza.
La spiaggia di Lido Marini ha una sabbia sempre dorata contornata da una folta macchia mediterranea, disposta su dune che la rendono selvaggia ed incontaminata. Il mare è splendido, completamente trasparente, turchese, cristallino ideale per tutti, per chi ama fare il bagno e per le famiglie con bambini. Nelle vicinanze sono presenti servizi turistici (ristoranti, bar e supermercati, villaggi e residence). Vicino a Lido Marini si possono apprezzare anche le cosiddette “Secche di Ugento” che erano anticamente luogo di naufragi e che adesso appaiono incantevoli distese di bellezze naturali.
La spiaggia di Torre Mozza è un’ampia e splendida distesa di sabbia finissima e bianchissima, il suo fondale basso e sabbiosa la rende una delle mete preferite dalle famiglie. Le sue dune, la bella pineta e l’immancabile macchia mediterranea le conferiscono un fascino selvatico. Il mare è sempre di colore turchese, cristallino e trasparente come le altre spiagge.

Ugento è anche storia antichissima, già occupata in età protostorica, durante l’Impero Romano si alleò con Annibale contro Roma in occasione delle guerre puniche. Nel V e VI secolo fu teatro di diverse invasioni barbariche, distrutta dai Saraceni nell’842, risorse grazie ai monaci basiliani. Successivamente fu dei Normanni, fino a passare di mano in mano tra le varie casate.
Tra le sue opere la cattedrale di Santa Maria Assunta, è la più suggestiva, realizzata agli inizi del XVIII secolo sullo stesso sito in cui sorgeva l'antica chiesa gotica, distrutta dall'incursione saracena del 1537. La facciata è in stile neoclassico e fu edificata nel 1855. L'interno, a navata unica con pianta a croce latina, accoglie numerosi altari con tele di epoche diverse. Il presbiterio è adorno di un coro in legno d'ulivo, mentre l'altare maggiore e la balaustra, risalenti al 1740, sono in marmo policromo. Segue il Palazzo Vescovile completato nel 1731 con la costruzione dell'atrio, del portico e del corridoio che congiunge il lato del palazzo al corpo principale. Tra le torri costiere di avvistamento di maggiore interesse: Torre Mozza (Fiumicelli) e Torre San Giovanni.

Ugento ha una tradizione culinaria tipica contadina, piatti poveri con ingredienti semplici e poco lavorati. La ricetta tradizionale è ciciri e trina (minestra ceci e pasta fatta in casa); altri piatti tipici sono le fave nette (purea di fave accompagnata da crostini di pane fritto), la pitta di patate (sformato di patate arricchito con ingredienti vari), lo scapece (pesciolini conservati in una specie di mollica dal colore giallo acceso), i pampasciuni o lampascioni (cipolla selvatica), le fiche culle mennule.
Nel periodo natalizio si può assaggiare lo stoccapesce (stoccafisso-merluzzo essiccato), i purceddhruzzi (piccoli gnocchetti fritti e col miele), le pittule (frittelle tonde), A Pasqua il dolce tipico è il pecureddhri (agnellini di pasta di mandorle).
Il vino è quello dello stesso territorio di Ugento, principalmente rosso, è del tipo "primitivo" e "negroamaro", molto robusto, adatto per accompagnare piatti saporiti come carni o sughi.

UgentoItaliaEuropaenogastronomicovacanzemaretutti

Ti potrebe anche interessare

Le Perle dell'Adriatico

uniViaggi

Le perle dell’Adriatico si trovano a nord del Gargano, composte da cinque isole (San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa), formano un arcipelago di incantevole e incontaminata bellezza....

Le Isole Eolie

uniViaggi

Le Eolie sono il luogo ideale per tutti, non solo per chi ama il mare ed il sole, ma anche per chi ama il divertimento e il relax. Le sette...

Il giardino di Saussurea

uniViaggi

Il giardino più alto d’Europa, aperto durante il periodo estivo (giugno – settembre), è il Giardino alpino di Saussurea (Courmayeur), si trova ad un’altezza di 2173 metri ed accoglie la...