Methoni

A l tempo dei veneziani Methoni, chiamata Modone, era la sentinella del Mediterraneo orientale, una delle più importanti basi navali. Situata nel Peloponneso infondo ad una baia delimitata da due isole, Sapientza e Schiza, sin dall’antichità ha rappresentato un punto strategico, per la sua posizione dell’imbocco dell’Adriatico, e di interesse per tutte le navi sulla rotta tra Venezia e l’Oriente oltre che per i pellegrini in viaggio verso la Terrasanta. Per questi motivi fu prevalentemente dominata dalla Repubblica di Venezia per diversi secoli (1206-1500 e successivamente tra il 1686-1715) e soprannominata dagli stessi veneziani: Venetiarum ocellae ("occhi di Venezia"). La fortezza è il simbolo di Methoni, fondata nel XIII secolo, sorge sopra un promontorio delimitato su tre lati dal mare, legata alla terra ferma da un ponte in pietra che attraversa un fossato profondo. La fortezza è una delle attrattive storiche dell’intera regione della Messinia e del paese omonimo, caratterizzato da un tranquillo porto di pesca, qualche albergo,  qualche taverna in cui si incontrano gli abitanti ed i turisti che l’animano soprattutto nel periodo estivo. La fortezza circondata da possenti mura, era una piccola cittadella (sono visibili i resti di una cattedrale e delle case), termina con una porta aperta sul mare che finisce su un isolotto fortificato raggiungibile da una strada rialzata.

Methoni oggi si presenta come un piacevole luogo di soggiorno bello e poco turistico, adatto soprattutto per chi vuole effettuare escursioni in barca nelle vicine isole, dove sono situate delle bellissime calette. La spiaggia di Methoni è di sabbia e lunga qualche centinaio di metri con acque non profonde, con piccoli servizi tra cui qualche gioco per i più piccoli. Nelle vicinanze si possono trovare spiagge molto ventose adatte soprattutto per il surf: Golden beach e Lampes.

La cucina è la tipica tradizionale greca con una particolare predilezione per il pesce, pescato nel mare antistante il paese, viene preparato i tutti i modi: arrosto, fritto, al forno o in zuppa. Si consiglia di assaggiare anche la carne in particolare i sovulaki (spiedini) di pollo e montone. Come sempre in Grecia da non perdere la moussakà, lo tzatziki, il pane ed i tipici vini bianchi con retrogusto di resina oppure la famosa birra Mytos.

Methoni, Modone, ΜεθώνηGreciaEuropavacanzemaretutti

Ti potrebe anche interessare

Non solo pomodoro

uniViaggi

Nota per le sue coltivazioni del pomodoro ciliegino, detto “pachino”, la cittadina di Pachino, in provincia di Siracusa, si presenta ricca di spiagge. Le spiagge del sul territorio modellano...

San Donato in Poggio in Chianti

uniViaggi

A metà strada tra Firenze e Siena sorge San Donato in Poggio, un paesino medievale situato in cima ad una collina in pieno territorio del Chianti, circondato da filari di...

Radda in Chianti

uniViaggi

Nel Chianti classico, sulle colline che occupano il tratto iniziale della valli dell'Arbia e della Pesa, è situato il paese medievale di Radda in Chianti. ...